Il sovrappeso e la parodontite sono due malattie croniche ampiamente diffuse nella società moderna. Mentre attraggono costantemente l’attenzione della comunità scientifica, stanno diventando sempre più importanti nell’influenzare la salute generale della popolazione. Con questo articolo preso dal sito web www.gengive.org cerchiamo di fornire informazioni utili rispondendo a diverse domande.

  • Cos’è la parodontite?
  • Cos’è il sovrappeso/obesità?
  • Come sono collegate sovrappeso/obesità e parodontite?
  • Qual è l’impatto del trattamento della parodontite?

Cos’è la parodontite?

La parodontite è una malattia infiammatoria cronica, causata dall’accumulo di placca batteria sulla superficie dentale, che provoca la distruzione del parodonto (tessuti di supporto del dente).

Analizzando i dati epidemiologici è facile comprendere l’enorme impatto sociale e sanitario legato a questa patologia che, tra l’altro, è stata segnalata come la sesta malattia più frequente al mondo.

Generalmente, la parodontite progredisce in maniera asintomatica e può quindi passare inosservata in molti casi.

Cercando di fare chiarezza, possiamo riassumere i segni clinici della malattia parodontale con l’apparizione di:

  • sanguinamento gengivale, spesso accompagnato da gonfiore;
  • retrazione delle gengive (definite recessioni gengivali);
  • tasche parodontali;
  • alitosi;
  • mobilità dentale (specialmente nelle fasi avanzate);
  • spazi aumentati tra i denti.

Se la malattia parodontale non viene curata, la perdita di supporto dentale dovuto alla reazione infiammatoria innescata dai batteri può portare, negli stadi avanzati, alla perdita di vari denti, provocando un’alterazione della funzione masticatoria e di conseguenza un peggioramento sia in termini estetici-funzionali che di qualità di vita.

Cos’è il sovrappeso/obesità?

Il sovrappeso e l’obesità possono essere definiti come un accumulo di grasso anormale o eccessivo che può pregiudicare lo stato della salute.

Gli indici diagnostici più riconosciuti sono rappresentati da:

  • circonferenza girovita: questo parametro è molto semplice da misurare ed è strettamente correlato alla quantità di grasso viscerale. Secondo la OMS, circonferenze superiori a 102cm per l’uomo e 88cm per la donna sono indici correlati ad un rischio elevato di malattie cardiovascolari;
  • Indice di massa corporea (IMC): è un parametro biometrico che relazione il peso all’altezza. Si calcola con una formula molto semplice: Peso/altezza².

Prendendo in considerazione i valori di IMC, un soggetto viene definito in sovrappeso quando il suo IMC è uguale o superiore a 25, mentre parliamo di obesità quando l’IMC è uguale o superiore a 30.

Il sovrappeso e l’obesità sono causati principalmente da uno stile di vita sedentario associato a un apporto calorico e ad un regime alimentare non equilibrato. Lo sviluppo di tali condizioni rappresenta un fattore di rischio riconosciuto per lo sviluppo di patologie molto gravi come malattie cardiovascolari, diabete ed anche alcuni tipi di tumore, generando quindi un aumento del rischio di mortalità.

Facendo riferimento a dati pubblicati dall’OMS nel 2014, è nostro dovere sottolineare l’enorme prevalenza e la crescita esponenziale di questi quadri patologici.

Basti pensare che il 40% della popolazione mondiale è definita in sovrappeso ed il 13% viene considerata obesa.

Come sono collegate Sovrappeso/Obesità e Parodontite?

Ricerche scientifiche emergenti suggeriscono una relazione bidirezionale tra sovrappeso/obesità e parodontite. Infatti, vari studi epidemiologici hanno confermato che i soggetti obesi o in sovrappeso hanno una maggior probabilità di avere la parodontite rispetto ad individui normopeso.

Il link biologico principale tra queste due patologie è rappresentato da uno stato pro-infiammatorio del soggetto malato. Da una parte le cellule grasse accumulate producono citochine che innalzano il livello di infiammazione, dall’altra i batteri associati alla parodontite, direttamente confluendo nel torrente sanguigno, o indirettamente attivando i meccanismi di infiammazione dell‘organismo, contribuiscono ad alimentare la risposta infiammatoria. La risultante è uno stato pro-infiammatorio aumentato.

Impatto del trattamento

Il trattamento della parodontite pone le sue basi sul controllo della placca sopragengivale, dove l’istruzione e la motivazione del paziente rappresentano una fase essenziale. Si concentra inoltre sulla rimozione del biofilm batterico sottogengivale con il fine di abbassare la carica microbica a livelli fisiologici ed ottenere quindi il controllo dell’infezione.

Negli stadi più avanzati della malattia il piano terapeutico può prevedere trattamenti chirurgici e multidisciplinari volti al ripristino di una stabilità funzionale ed estetica. In ogni caso, il controllo dell’infezione raggiunto, risulterà anche nella risoluzione dell’infiammazione locale del cavo orale; tale risultato impatterà positivamente sullo stato pro-infiammatorio dell’intero organismo.

Trattamento in caso di sovrappeso

Il trattamento del sovrappeso contempla principalmente l’istituzione di un regime alimentare equilibrato e sano combinato all’attività fisica con l‘obiettivo di ridurre il peso e la misura della circonferenza girovita ed ovviamente di riportare i livelli ematici di lipidi e zuccheri in un range fisiologico.

Solo nei casi di obesità patologica (IMC >35) sono previsti dei trattamenti chirurgici come la chirurgia bariatrica.

È quindi possibile affermare che il controllo di patologie come il sovrappeso e la parodontite risultano in un miglioramento generale dello stato infiammatorio dell’organismo. Inoltre, se a livello locale avremo il raggiungimento di uno stato di salute orale e il mantenimento della

funzione masticatoria, a livello sistemico avremo il miglioramento dei valori ematici e delle abitudini alimentari, a favore di una migliore prevenzione di malattie gravi come il diabete e le patologie cardiovascolari.

È doveroso ricordare che parodontite e obesità condividono diversi fattori di rischio: la dieta, l’igiene orale, il fumo di sigaretta e lo stress rappresentano condizioni da mettere sotto controllo nella prevenzione primaria e secondaria sia della parodontite che dell’obesità.

Conclusioni

Possiamo concludere che controlli interdisciplinari con il dietologo, medico generale e il parodontologo sono fondamentali per il raggiungimento ed il mantenimento della salute orale così come del nostro intero organismo.

I punti salienti della correlazione tra parodontite e sovrappeso:

  • esiste un’associazione tra sovrappeso-obesità e parodontite;
  • obesità e sovrappeso sono patologie in aumento nella popolazione e rappresentano un problema di salute mondiale con un impatto negativo sulla qualità della vita. Lo stesso vale per la parodontite;
  • il trattamento della parodontale può aiutare a controllare ed equilibrare i livelli di Infiammazione Sistemica;
  • è necessaria una interazione tra parodontologi e medici della salute generale per prevenire tali patologie e le complicanze ad esse associate (es: MCV e Diabete).

Per qualsiasi informazione in più, non esitate a contattarci: https://ambulatorioarno.it/contatti/